Le curiosità nascoste di Firenze. Segreti e leggende del passato da scoprire

Ultimi articoli
Newsletter

I segreti e le leggende da scorpire della firenze del passato

Le curiosità nascoste di Firenze
Segreti e leggende del passato da scoprire

In viaggio per scoprire alcune dei punti di interesse più particolari di Firenze, come testimonianza di un periodo ormai passato

di Andrea Biettola

Firenze segreta
Firenze segreta

Firenze è una città ricca di storia e fascino, con le sue strade piene di storie e segreti. Ogni angolo della città racconta di pittori, scultori, architetti e poeti che hanno contribuito al suo splendore nel corso dei secoli. Personaggi come Donatello, Brunelleschi, Lorenzo il Magnifico, Leonardo da Vinci e Dante hanno lasciato un'impronta indelebile nella storia di Firenze.

Ma oltre alle celebri opere d'arte e agli edifici rinomati, la città nasconde anche curiosità meno conosciute. Ecco alcuni dei segreti di Firenze che forse ancora non conosci:

Il toro cornuto del Duomo: Molti turisti rimangono incantati dalla bellezza della cattedrale di Santa Maria del Fiore, ma pochi notano una testa di toro scolpita sulla sua fiancata. Secondo una leggenda popolare, il toro rappresenta lo scherno di uno scalpellino nei confronti del marito di una donna che tradiva.

L'orologio che gira al contrario: All'interno del Duomo, si trova un orologio dipinto da Paolo Uccello con i numeri romani che seguono un percorso antiorario e terminano al tramonto anziché a mezzanotte. Nonostante non vi sia una spiegazione ufficiale, si pensa che sia legato all'antica pratica dell'"Hora Italica" con l'indicazione delle ore scritte al contrario.

La Madonna del puzzo: Oltre alla celebre scultura del David di Michelangelo, si trova un busto in terracotta chiamato "Madonna del puzzo" nella Torre dei Marsili. Raffigura la Vergine che si tura il naso mentre un topo le corre sul braccio. Questa scultura del 1984 è stata creata per protestare contro l'incuria e il degrado del centro storico di Firenze.

Il graffito "l'importuno": Michelangelo, l'illustre artista rinascimentale, realizzò personalmente un volto scolpito sulla parete di Palazzo Vecchio. Si narra che lo fece per passare il tempo mentre veniva fermato in piazza della Signoria da un signore troppo loquace.

Ippopotamo di Boboli: Nel giardino di Boboli, dietro il Palazzo Pitti, si trova una serie di antiche statue rinascimentali, grotte e fontane. Tra le stranezze del giardino nel XVII secolo c'era un vero ippopotamo di nome "Ippopotamo di Boboli". Questo animale esotico fu regalato a Cosimo III, ma la sua vita fu breve e ora è esposto al Museo della Specola.

Portone del Brindellone: In via Prato si trova un enorme portone in legno che viene aperto ogni anno per far passare il "brindellone", un carro alto 11 metri utilizzato durante la Pasqua per lo spettacolare "scoppio".

La finestra sempre aperta: Palazzo Budini-Gattai, noto anche come palazzo Grifoni, ha una finestra che rimane sempre aperta o socchiusa. Secondo la leggenda, una giovane sposa trascorse la sua vita a ricamare davanti a quella finestra, aspettando il ritorno del suo amato dalla guerra. Si dice che il suo fantasma sia ancora presente e che chiudere la finestra causi fenomeni strani.

Queste sono solo alcune delle curiosità e leggende che rendono Firenze una città affascinante e intrisa di mistero. La prossima volta che visiterai questa meravigliosa città, tieni a mente queste storie e scopri i suoi segreti nascosti.

Sabato 8 luglio 2023

© Riproduzione riservata

68 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: