Arriva il bando da 11 mln per le aziende vinicole. In Toscana la Regione stanzia fondi comunitari

Ultimi articoli
Newsletter

Fondi europei per la promozione del vino toscano per l'export verso paesi extra ue

Arriva il bando da 11 mln per le aziende vinicole
In Toscana la Regione stanzia fondi comunitari

È stata deliberata l'assegnazione per la realizzazione di campagne di marketing promozionale mirate. La delibera è stata approvata durante l'ultima giunta regionale. Saccardi: "Il settore vinicolo rappresenta un motore trainante dell'industria"

Redazione Online

Bando attivo per le aziende produttrici
Bando attivo per le aziende produttrici

La Regione Toscana ha deciso di intensificare gli sforzi per promuovere i vini toscani sui mercati esteri, in particolare quelli al di fuori dell'Europa. A tal fine, è stata deliberata l'assegnazione di oltre 11.100.000 euro per realizzare campagne promozionali mirate, che saranno gestite dalle aziende vinicole che presenteranno richiesta attraverso un bando. La delibera, proposta dalla vicepresidente e assessora regionale all'Agricoltura, Stefania Saccardi, è stata approvata durante l'ultima seduta della Giunta regionale.

"In un mercato globalizzato, in cui i vini toscani stanno conquistando sempre più consensi grazie alla loro qualità, è fondamentale continuare a sostenere le nostre imprese nella promozione dei loro prodotti anche al di fuori dell'Unione Europea. Dobbiamo tenere presente che il settore vitivinicolo rappresenta un motore trainante per l'intero settore agroalimentare", ha dichiarato Saccardi.

Le risorse allocate saranno utilizzate per azioni di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità e provengono da fondi dell'Unione Europea finalizzati a evidenziare gli elevati standard dei prodotti dell'Unione, in particolare in termini di qualità, sicurezza alimentare e tutela ambientale.

Dei più di 11 milioni di euro destinati, circa 4.420.000 euro saranno utilizzati per coprire la campagna promozionale 2021/2022, mentre 6.682.000 euro saranno anticipi per la campagna 2023/2024. Qualora si verifichino risparmi nell'esecuzione dei progetti regionali per la campagna 2021/2022, le risorse non utilizzate verranno aggiunte a quelle destinate alla campagna 2023/2024. Nel caso in cui si verifichino risparmi nel corso dell'esercizio finanziario 2023/2024, tali risorse saranno destinate alla ristrutturazione e riconversione dei vigneti, a condizione che vi siano domande ammissibili ma non finanziate a causa della mancanza di risorse.

È stato stabilito un contributo massimo richiedibile pari a 500.000 euro e un contributo minimo di 100.000 euro. Le modalità operative per la presentazione e la valutazione dei progetti di promozione, in conformità con l'avviso predisposto dal ministero dell'Agricoltura, saranno definite a breve dal dirigente del Settore "Produzioni agricole, vegetali e zootecniche. Promozione. Sostegno agli investimenti delle imprese agricole e agroalimentari".

Giovedì 6 luglio 2023

© Riproduzione riservata

57 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: